Mission di acr onlus di fatto


BANDO e reg. del CONCORSO di POESIA/ OSCAR contro il bullismo!... li trovi qui: www.acraccademia.it La nostra LIBERTA' è lo spazio da gestire .. con l'anima. Come dice J.P. Satre, siamo liberi nella scelta, ma non siamo mai liberi dalla scelta. DATE IL VS 5X1000 ad ACR-ONLUS di fatto- CF:97365190152

....................................................
Mission: “ACR e CRV svolge un’attività socio-culturale di prevenzione al BULLISMO. -‘dal 1987 ad oggi ”.. combatte le DEVIANZE GIOVANILI-il Cyberbullismo e "Bulli e Bullismo.. Vandali e Vandalismo” con l'OSCAR e crea protocolli d’intesa, tra operatori sociali, Associazioni, e Comitati. Breve Storia del Concorso di poesia/arti e mestieri OSCAR: Nasce nel 1987 a Milano, da un'intuizione di Sergio Dario Merzario, Rio, Semenza, Maderna e altri, prende il via il Concorso "IL BAGGESE". Acr, Repo e Paza nel 1999, lo trasformano nel trofeo lombardo ( che nel 2002 diviene TROFEO LOMBARDO LIGURE). Nel 2006 diventa OSCAR Internazionale CONTRO il BULLISMO con il contributo di Sergio Dario Merzario, Ketti Concetta Bosco , le biblioteche e l'Unicef Prov. di IMPERIA!” associazione@acraccademia.it www.youtube.com/watch?v=9X-7q8nN3Cs http://acraccademiailbaggese.blogspot.it/ http://accademiauniversita.blogspot.it/

giovedì 31 luglio 2008

Ai LETTORI e AI Soci/e di ACR .. visitate il Sito e i Blog:




Visita il TUO Sito..a cura di ACR ACCADEMIA.. Versione definitiva di venerdì 1 agosto 2008..!
OSCAR INTERNAZIONALE DI POESIA e...
20° Trofeo Lombardo Ligure" il baggese"


"BANDO DI CONCORSO DI POESIA "2008/2009"

L'Acr IL MILANESE e Accademia - UNIVERSITA' del LAVORO per migliorare la VITA, in collaborazione (richiesta) con la Zona 7 del Comune di Milano, la Biblioteca di Baggio, il Club F. Turati di Civenna e del Triangolo Lariano, il Liceo Cassini, il Circolo Artistico di Sanremo, dell'ACR/CRV e ACR IL MILANESE a Milano, Como e Sanremo (con il coinvolgimento delle Biblioteche e i Comuni di Milano, Roma, Como e Imperia e le Regioni: Lazio, Lombardia e Liguria). Con il patrocinio del COMUNE DI MILANO, dell'UNICEF, della Prov. Di IMPERIA e di Como;Organizza IL XX° CONCORSO POPOLARE DI POESIA "IL BAGGESE-TROFEO LOMBARDO-LIGURE" IN DIALETTO, LINGUA , SCUOLE ELEMENTARI E MEDIE, GIOVANI E MENO GIOVANI.La partecipazione a questo concorso avviene inviando o consegnando all'ACR IL MILANESE e ACR ACCADEMIA e ai suoi delegati, una o più poesie, (con un massimo di 5 x ogni sezione-sono 3) in 4 copie, predisposte in fascicoli (di cui solo la prima copia, dovrà contenere i seguenti dati: Nome, Cognome e Indirizzo, rec. telefonico e/o mail, Curriculum e Foto (Qualora si desiderassero + copie dell'Antologia occorre prenotarle e altresì se si vogliono altre poesie o opere, oltre alle vincenti si è pregati di versare € 5,00 per ogni poesia o opera aggiuntiva) della Poetessa o del Poeta partecipante, che firmerà anche per la legge sulla privacy). Indirizzo per la spedizione delle opere poetiche: CCR IL BAGGESE Casella Postale 14148 - Milano; ACR IL SANREMESE Via Palma,105 Sanremo (IM), Club Turati di Civenna e del Triangolo Lariano ASSO (CO); CRV/ACR P.za Ratti, 4 - ASSO 22033 (CO); ACR ACCADEMIA Via delle Forze Armate, 249 - Cap. 20152-Milano . Termine della consegna 31 OTTOBRE 2008. Le SCUOLE, DISABILI, DISAGIATI, GIOVANI CON MENO DI 18 ANNI E MENO GIOVANI OLTRE I 65, manterranno alcune agevolazioni a discrezione dell'Organizzazione. I giovani e i meno giovani devono TUTTI versare, 6 euro x la 1a poesia e 4 euro ogni altra (c/c/p 24177206 intestato a: Oscar Int. Trofeo ll. il baggese). Verrà premiata una sola poesia per ogni concorrente in ogni sezione e sono 3 (Es: dall' 1° al 3° premio sez. Dialettale, Prosa e in Lingua, la poesia o l'opera con il voto più alto; Menzione d'Onore, la poesia o l'opera con il voto più alto; Segnalazione della Giuria, la poesia o l'opera con il voto più alto).Premi:Oscar Internazionale della Poesia1°Classificato in prosa, dialetto e lingua,: Oscar, Diploma e Medaglia (Libro o antologia Poetica)2° Classificato in prosa, dialetto e lingua: Coppa, Diploma e Medaglia (Libro o antologia Poetica)3°Classificato in prosa, dialetto e lingua: Coppa, Diploma e Medaglia (Libro o antologia Poetica)Una o più poesie/opera con Menzioni d'Onore. Una o più poesie/opera con Segnalazioni della Giuria. Una o più poesie con Menzioni e Segnalazioni Speciali. La Giuria sarà composta da noti e importanti personaggi, nazionali, lombardi e liguri -Sarà inappellabile e INSINDACABILE, (la GIURIA NDR).La PREMIAZIONE SI TERRA' A MILANO IL 7 DICEMBRE 2008h 16,00 al Teatro A. CHIESA Via San Cristoforo,1 (a SANREMO e ROMA e COMO (se ci saranno sufficienti partecipanti) nella primavera/estate del 2009. L'INVITO, ai partecipanti, verrà comunicato, se risulteranno il regola con il presente bando.(Tutta la documentazione del 19° CONCORSO E' A DISPOSIZIONE DEI PARTECIPANTI SUL SITO INTERNET

http://www.ilmilanese.it/
http://www.acraccademia.it/
Il Presidente di ACR ACCADEMIA /UNIVERSITA' del Lav. per migl. la VITA
Dario Sergio Merzario
oceano-rio@libero.it
e Ketti Concetta Bosco
delfino-sk@libero.it
sergio.merzario@acraccademia.it
……………………………………………………….
Visita il tuo Sito e i tuoi BLOG!

http://clubfturati.blogspot.com/
http://www.acraccademia.it/
http://acraccademia4658.blogspot.com/ http://blog.libero.it/acroceanolibero/view.php?reset=1&id=acroceanolibero
http://professorimalvasoemichael.blogspot.com/
http://isolinolombardoligure.blogspot.com/
http://astraldipoeta.blogspot.com/
http://ilbaggese.blogspot.com/
http://acraccademiailbaggese.blogspot.com/
http://blog.libero.it/acroceanolibero/view.php?reset=1&id=acroceanolibero
http://ippicamilanese.blogspot.com/
http://acrilmilanese.blogspot.com/
http://ilvallassinese.blogspot.com/
http://amore4658.blogspot.com/
http://isolinolombardoligure.blogspot.com/
http://isolinolombardojumpy.blogspot.com/
http://accademiuniversita.blogspot.com/
http://acraccademiaperiltempolibero.blogspot.com/
http://acraccademiailsanremese.blogspot.com/
http://libridellaacr.blogspot.com/
http://www.ilmilanese.it/

venerdì 25 luglio 2008

dal libro "SE SON ROSE .... a cura di Rio/Rinato.. Ricordi.. belli, ma ora occorre voltare pagina?! .. aspetta.. se non son rose...fioriranno!


E ‘ ORA .. DEVI SCEGLIERE.. IO HO GIA’ SCELTO?!

Prendi di noi quello che non ti spaventa..
che non ti fa soffrire.
Prendi i ricordi che non hanno odio
quelli con il bene dell’anima.
Prendi il nostro amore .. i baci, le carezze.
Prendimi l’anima.. strappamela.. fammi male..
Fin nel profondo.. fa che io versi ancora lacrime
che non bagnano .. che urlano di desiderio
di te .. che mi manchi .. che sei mia.
Prendi di me quello che non hai avuto.
Prendi il cuore ..
Prendi l'amore
Prendi il caldo .. del mio sangue.
Prendi il fuoco .. la luce ..
il buio della notte.
Prendi la mia gioia .. il mio sorriso
il suono delle nostre parole.
Prendi i momenti mai dati.
Prendi solo quello che ti fa bene...

Lascia la paura del dolore
la sofferenza .. la solitudine.
Lascia la contraddizione e il dubbio.
Lascia l'incertezza.
Lascia l'amarezza.
Lascia l'umido degli occhi che non ti ho mai terso,
il rimpianto del se e non solo quello del ma.
Lascia la mia fragilità e la tua .. la mia forza
l'incomprensione .. nostra .. la mia durezza
la tua fragilità .. la crudità.
Lascia la mia semplice verità
la vita diversa
l'insolita quotidianità.
Lascia l'incerto
lascia di me quello che non avrai
che non vuoi.
Lascia il rischio .. le gioie non date
la parole rimaste in gola.
Lascia il mio tremore .. le mie angosce
il mio passato e prendi il nostro futuro..
Lascia il vorrei ma non posso..
il potrei ma non voglio.
Lascia i silenzi. Le risposte non date.. non avute.
Lascia l’assordante silenzio del telefono..
Lascia la rabbia dei nostri parenti .. le ovvietà dei figli.
Dammi ancora l'odore dell’amore … intenso sulla pelle.
Ridammi il flusso del desiderio.
Rendimi il mio cuore.. la mia anima..
tutto quello che di te mi ha fatto bene...

Ma alla fine di ciò non mentire.
Mai.
Mai.
Non farlo nè con me .. nè con te.
Puoi prendere o lasciare.. farmi vivere o morire,
ma non puoi non scegliere e non ridarmi la vita!

Rio

www.ilmilanese.it



Dalla donna del mio destino…

Ma dimmi cosa te ne fai
Di una ragazza come me
Di questa vita mia
Che tu non sai
Se è vera o è una bugia
Ma dimmi cosa te ne fai
Di una ragazza come me
Ma vattene lontano
Potrei bruciarti
Solo dandoti la mano
Sei così ingenuo ed hai
La tenerezza di un bambino
Che io mi sento ladra
A te vicino
Vattene via ti prego
Che dopo è troppo tardi
Ed io non voglio
Non posso più riinnamorarmi.

repò


Mi manchi.. cara ...! Fare all'amore e fare s...o non è la stessa cosa.

Dopo anni d’attesa ora so che ti amo come prima e (se possibile) più di prima, ma devo definire se vale la pena aspettarti ancora e soprattutto se tu CONDIVIDI con me questo sentimento!
Analizziamo ora la differenza di fare all’Amore con te o s...o con qualsiasi altra ipotetica donnucola!
Sono due cose molto diverse. ..omissis.. A cura di Rio

UNA VERITA' DI VITA E DI...ODIO O DI AMORE?!



www.acraccademia.it

...lei anche stava un pò giù per via dei ricordi... io: come ha fatto a suo tempo la mia Repo (ma non per forza, con tanto amore)... camminare con lei con mano nella mano... vorrei una ragazza sincera... profonda..leale, che non se la fa...con tutti quelli che gli promettono un.. investimeto o quelli più giovani di lei !> lei: io: lei: . Ogni cosa che dicevo io la pensava anche lei... e ogni cosa che pensava lei era come la pensavo io...come quando mi aveva strappato alla mia donna di allora...con la quale sono tornato a vivere... per non morire...e non farla morire.. ricordi?.. era la notte di natale ...e arrivasti da sola in sant Apollinare... a capodanno..fosti la prima a baciarmi... altri tempi poi al CCR e all'ACR ... gli rubasti letteralmente il posto.. già, ma allora mi dicevi ... ora probabilmente troverai sexi un altro.. è la vita... una vita di merda.. ma è il destino che si accanisce.. anche se non bisogna mai fidarsi delle donnucole...meno male che c'è Repo...che mi ama ancora... come io amo lei..ma a che serve?..serve... serve!..
Rio/Rinato oceano-r@libero.it
Eros Ramazzotti: www.ramazzotti.com

--
Postato da da.. una Mega UNIONE su amore4658 il 2/05/2008 03:12:00 PM

Realizza i tuoi sogni mia regina! ...dal libro " SE SON ROSE.. FIORIRANNO"!

dal libro " SE SON ROSE.. FIORIRANNO"!
Ciao TESORO...

Sii ferma nei tuoi atteggiamenti e perseverante nei tuoi ideali. Sii paziente, non pretendere che tutto arrivi subito. Ci sarà tempo per tutto, ciò che vuoi arriverà nelle tue mani al momento opportuno.
Impara ad aspettare il momento esatto per ricevere i benefici che reclami. Aspetta con pazienza che maturino i frutti per poterne apprezzare debitamente la dolcezza !
Non essere schiava del passato e di ricordi tristi. Non riaprire una ferita che è già cicatrizzata. Non ricordare dolori e sofferenze antiche. Il passato, è passato!
D’ora in avanti cerca di costruirti una vita nuova, diretta verso l’alto e cammina in avanti, senza guardare indietro. Fa come me.. fai come il sole che nasce ogni giorno, senza ricordarsi della notte passata.
Guarda solo l’obiettivo e non pensare quanto è difficile raggiungerlo. Non ti soffermare sul male che hai commesso per caso; cammina avanti pensando al bene che potrai fare. Non ti incolpare per quello che hai fatto, ma sii decisa nel migliorare sempre di più..
Vivi giorno per giorno, approfitta bene del passato e lascia che il futuro arrivi quando è il momento giusto. Non soffrire per quello che viene, ricorda che “ogni giorno ha la sua propria difficoltà”.
Lascia che l’amore ti tocchi e non ti difendere da lui. Cerca qualcuno col quale condividere le tue battaglie; una persona che ti capisca, ti appoggi e ti accompagni e alla quale tu possa consegnarti ad occhi chiusi.
Se la tua felicità e la tua vita dipendono da un’altra persona, amala, senza chiedere niente in cambio.
Impara a guardarti con amore e rispetto, pensa a te come a qualcosa di prezioso.
Spargi dappertutto l’amore che hai dentro di te. Che la tua allegria sia contagiosa e viva, tanto da scacciare la tristezza di tutti quelli che ti circondano.
L’allegria è un raggio di luce che deve rimanere sempre acceso, illuminare tutte le nostre azioni e servire da guida a tutti coloro che ci sono vicini.
Se dentro di te c’è la luce e lasci aperte le finestre della tua anima, attraverso la tua felicità, tutti coloro che passano per la strada oscura, saranno illuminati dalla tua luce.
Il lavoro nobilita coloro che lo realizzano con entusiasmo e amore. Non esistono lavori umili. Si distinguono, gli uni dagli altri, solo per essere bene o mal realizzati. Dai valore a tutti i lavori.
Dio ci ha creati per realizzare un sogno. Viviamo per questo, tentiamo tenacemente di raggiungerlo.
Collochiamo nella nostra vita questo sogno e, se percepiamo che non possiamo raggiungerlo in un certo modo, forse, allora, dovremmo effettuare una fermata nel cammino e sperimentare un cambiamento nella nostra vita.
Non ti sentire sconfitta, pensa che se Dio ti ha dato la vita, è perchè sa che puoi viverla. E quando avrai bisogno di una mano amica, che ti conforti, che ti aiuti, consulta il tuo cuore e te lo dimostrerà... se ti servirà.. saprai dove trovarmi!
Tu e sola.. tu e solo tu scegli il modo in cui vivere, come colpire il cuore di altri e queste decisioni sono l’essenza della vita. E ricorda sempre che “sei responsabile del cuore che hai catturato”
Cerca “I TUOI PUNTI DEBOLI” e ricordati sempre: La decisione finale è sempre tua, nonostante l’apprezzamento dell’opinione di altri.
(Romulo Espinar - La vita è bella per chi la rende bella... libera rielaborazione cura di Rio e Repo')

E ‘ ORA .. PUOI SCEGLIERE.. IO HO GIA’ SCELTO .. TE!

segue...

Prendi di noi quello che non ti spaventa..
che non ti fa soffrire.
Prendi i ricordi che non hanno odio
quelli con il bene dell’anima.
Prendi il nostro amore .. i baci, le carezze.
Prendimi l’anima.. strappamela.. fammi male..
Fin nel profondo.. fa che io versi ancora lacrime
che non bagnano .. che urlano di desiderio
di te .. che mi manchi .. che sei mia.
Prendi di me quello che non hai avuto.
Prendi il cuore ..
Prendi l'amore
Prendi il caldo .. del mio sangue.
Prendi il fuoco .. la luce ..
il buio della notte.
Prendi la mia gioia .. il mio sorriso
il suono delle nostre parole.
Prendi i momenti mai dati.
Prendi solo quello che ti fa bene...

Lascia la paura del dolore
la sofferenza .. la solitudine.
Lascia la contraddizione e il dubbio.
Lascia l'incertezza.
Lascia l'amarezza.
Lascia l'umido degli occhi che non ti ho mai terso,
il rimpianto del se e non solo quello del ma.
Lascia la mia fragilità e la tua .. la mia forza
l'incomprensione .. nostra .. la mia durezza
la tua fragilità .. la crudità.
Lascia la mia semplice verità
la vita diversa
l'insolita quotidianità.
Lascia l'incerto
lascia di me quello che non avrai
che non vuoi.
Lascia il rischio .. le gioie non date
la parole rimaste in gola.
Lascia il mio tremore .. le mie angosce
il mio passato e prendi il nostro futuro..
Lascia il vorrei ma non posso..
il potrei ma non voglio.
Lascia i silenzi. Le risposte non date.. non avute.
Lascia l’assordante silenzio del telefono..
Lascia la rabbia dei nostri parenti .. le ovvietà dei figli.
Dammi ancora l'odore dell’amore … intenso sulla pelle.
Ridammi il flusso del desiderio.
Rendimi il mio cuore.. la mia anima..
tutto quello che di te mi ha fatto bene...

Ma alla fine di ciò non mentire.
Mai.
Mai.
Non farlo nè con me .. nè con te.
Puoi prendere o lasciare.. farmi vivere o morire,
ma non puoi non scegliere e non ridarmi la vita!

Rio

dal libro " SE SON ROSE .. FIORIRANNO"...

CORSI DI INFORMATICA BASE!

DOCENTI UNIVERSITARI UNIVERSITA’ DEL LAVORO PER MIGLIORARE LA VITA

Offrono

LEZIONI DI INFORMATICA
DI BASE PER TUTTE LE ETA’!

LINGUAGGIO SEMPLICE, MASSIMA SERIETA’, METODO FLESSIBILE

…e il computer non fa più paura!

Per informazioni: 3402707829 / 3474917193
02/87392826 mail:
info@acraccademia.it

sabato 19 luglio 2008

BENVENUTI nel sito di ACR .. ultimissime.. BANDO Oscar Internazionale della Poesia dialettale! "2009/2010-Oscar Premio Internazionale della Poesia..e





BENVENUTI nel sito di ACR .. ultimissime.. BANDO Oscar Internazionale della Poesia e Artisti allo sbaraglio! "2009/2010-Oscar Premio Internazionale della Poesia e Artisti allo sbaraglio terza edizione!" L'Acr IL MILANESE e Accademia - UNIVERSITA' del LAVORO per migliorare la VITA, in collaborazione (richiesta) con la Zona 6 del Comune di Milano, il Club F. Turati di Civenna e del T. L., dell'ACR/CRV e ACR IL MILANESE a Milano, Roma, Como e Sanremo (con il coinvolgimento delle Biblioteche e i Comuni di Milano, Roma, Como e Imperia); Organizza IL XXI° CONCORSO POPOLARE DI POESIA "IL BAGGESE-TROFEO LOMBARDO-LIGURE/OSCAR INTERNAZ." IN DIALETTO, LINGUA E PROSA e ARTISTI ALLO SBARAGLIO. La partecipazione a questo concorso avviene inviando o consegnando all'ACR IL MILANESE e ACR ACCADEMIA o ai suoi delegati, una o più poesie, in 4 copie, predisposte in fascicoli (di cui solo la prima copia, dovrà contenere i seguenti dati: Nome, Cognome e Indirizzo, Curriculum e Foto della Poetessa/Artista o del Poeta/Pittore e Scultore partecipante, che firmerà anche per la legge sulla privacy). Occorre versare € 7,00 per la prima poesia e € 5,00 per ogni altra poesia o opera aggiuntiva. Qualora si desiderassero + copie dell'Antologia occorre versare ulteriori 5 euro per ogni libro in più. Indirizzo per la spedizione delle opere poetiche: CCR IL BAGGESE/IL MILANESE - OSCAR INTERNAZ.LE DELLA POESIA e ARTISTI ALLO SBARAGLIO Casella Postale 14148 (segue a "novità poesia il baggese") Il Presidente di ACR ACCADEMIA /UNIVERSITA' del Lavoro per migliorare la VITA ... SDM"

mercoledì 9 luglio 2008

LIBRI e PERCORSI di ACR...

Ricordi Milanesi a cura di .... Acr...
EL PRET DE RATANA’
Don Giuseppe Gervasini

Giuseppe Gervasini nasce il 1 marzo 1867 a Rubarello di S.Ambrogio Olona, primogenito di Giuseppe, tagliapietre di professione, e di Luigia Molinari, assistente alla filanda nella casa, tutt’ora esistente, posta ai bordi della strada che porta a Santa Maria del Monte sopra Varese, oggi Sacro Monte. Superati periodi di difficoltà’ economiche , la famiglia Gervasini accresciutasi nel frattempo di altri quattro figli morti in tenera età, gode di un discreto benessere che permette a Giuseppe di proseguire gli studi iniziati a Varese e proseguiti al collegio-convitto C. Colombo, dove inizia il ginnasio. Dopo la morte del padre avvenuta nel 1880, la mamma Luigia, per assecondare il desiderio del figlio di intrapprendere la via del sacerdozio, lo iscrive al collegio fondato da Don Bosco, a quei tempi ancora vivente, di Torino Valdocco. Tornato in Lombardia frequenta la terza liceo a Monza e , dopo la morte della madre nel 1885, passa al seminario teologico di corso Venezia a Milano dove termina gli studi, interrotti solo dal servizio militare prestato a Caserta quale addetto alla sanità ( 1887-1888 ). Qui a contatto con la sofferenza e la malattia, sviluppa una prima conoscenza di mali e rimedi e scopre forse il dono o carisma della guarigione. Ordinato sacerdote nel Duomo di Milano l’ 11 giugno 1892, celebra la sua prima messa a S.Ambrogio Olona. Inizia qui la sua vita di sacerdote sicuramente “scomodo e originale”, visti i suoi continui trasferimenti da un posto all’altro. Lo possiamo ricordare a Pogliano Milanese , a Cabiate, a San Vittore al Corpo di milano, a dergano, a Peregallo di Lesmo, e a Retenate. E’ proprio questa località che lega in modo indissolubile il suo nome con quello di don Gervasini, chiamato in seguito EL PRET DE RATANA’. La sua fama valica i confini di Retenate e da Milano e da altre zone, cominciano ad accorrere decine e decine di persone richiamate dalle sue doti di guaritore.
Finalmente , nel 1926 all’età di 59 anni, si trasferisce nella casetta di via F.lli Zoia 182 a Milano, lasciatagli in dono da una persona in seguito ad una guarigione avvenuta. E’ in questa casa che i più lo ricordano ed è qui che finalmente può operare a tempo pieno dedicandosi a coloro che il Signore porta a lui. La sua fama valica i confini della città , della Lombardia e dell'’ Italia : da lui arrivano persone da ogni luogo richiamate dalle strabilianti guarigioni e conversioni, dalle infallibili cure , soprattutto spirituali , che don Gervasini elargisce quotidianamente. Persino la fermata del tram , linea 34, di via Forze Armate a cui si scende per andare in via F.lli Zoia, viene detta “ fermata Gervasini “. In questa piccola casa , chiamata poi “ casa dei miracoli” , si compiono davvero miracoli quotidiani. Dove può don Giuseppe cura e guarisce, dove non può aiuta a trovare la rassegnazione e la serenità nell’accettare la malattia. A volte è molto brusco, soprattutto con le donnette pettegole. Ma è un burbero terapeutico : una buona sferzata, uno schiaffo psicologico a volte servono più delle parole. Sa anche essere dolcissimo , specialmente con i bambini e con coloro che vede veri e sinceri nell’accostarsi non a lui , in quanto si proclama sempre strumento della Grazia Divina, ma alla Fede in Dio. In una visione olistica della malattia , don Gervasini sa che non esistono malattie del corpo, ma malattie dello spirito che il corpo solo esprime. A cosa varrebbe curare un corpo se la radice del male, che sta nello spirito, non viene aggredita e rimossa ?
Il male, in tutte le sue forme, è ciò che don Gervasini ha combattuto per tutta la vita. Molti credono fosse un esorcista e che avesse operato straordinarie guarigioni. Si sono raccolte solo testimonianze verbali di gente che dice di sapere che...
Un cenno particolare meritano la stima e l’amicizia reciproca che regnarono tra don Gervasini e il Cardinale di Milano Ildefonso Schuster, oggi Beato. Si dice che il Cardinale si accostasse al confessionale di don Giuseppe e che , comunque, fossero numerosi gli incontri tra i due in quello che si può definire un sodalizio spirituale. Forse la provenienza dall’ordine benedettino, la cui regola monastica “ ora et labora “contempla la preghiera, la cura delle anime ma anche quella dei corpi, lo studio e l’applicazione delle piante medicinali, rendeva particolarmente vicino al Cardinale Schuster questo prete, anomalo per quei tempi, ma perfettamente in linea con le figure di sacerdoti guaritori propri di altre epoche. Certo che il Cardinale gli fu vicino per tutta la vita, volendolo accanto a se alla posa della prima pietra della chiesa di Sant’Elena nel 1938. Negli ultimi anni della sua vita, stanco per la costante attivitè, per l’età, per la malattia, al primo piano della casetta il Cardinale Schuster gli aveva consentito di erigere una piccola cappella dove celebrare quotidianamente la S. Messa. Le sue giornate erano sempre uguali : si alzava prestissimo ed iniziava a ricevere i visitatori per tutto il giorno. Raramente usciva se non per brevi passeggiate nei prati attigui. Solo una volta nel 1931, dal 13 al 19 settembre, si allontanò per effettuare gli esercizi spirituali presso il convento dei Padri Passionisti di Caravate . Esperienza dalle quale don Gervasini uscì trasformato, quasi trasfigurato, come testimonia il parroco di Quino Romano , don Bollini, che gli restò accanto per tutta la vita. Sabato 22 novembre 1941 a settantaquattro anni don Gervasini, assistito dalla devota Carolina Malinverni, da Teresa Brusoni, dal fedele chierichetto Felice Trianti, con il conforto della benedizione del Cardinale Schuster , alle nove del mattino lascia la vita terrena. Ai suoi funerali partecipa una folla enorme. Ricchi, poveri, sono tutti uniti nel cordoglio per la morte del loro benefattore. I fedelissimi aprono una sottoscrizione perché venga sepolto al Cimitero Monumentale di Milano. A loro spese comissionano un monumento funebre in bronzo con un’epigrafe che dice: “ Al pio sacerdote don Giuseppe Gervasini che prodigò carutà e scienza ai poveri e ai sofferenti. I beneficiari posero.” Inizialmente viene sepolto nel settore B, ma dopo 15 anni, visto il continuo afflusso di fedeli, si decide di trasferirlo in uno spazio più ampio nel settore 20, n° 93, allo stesso posto dove si trova oggi. Anche il monumento è lo stesso, cambia solo l’epigrafe che oggi dice:” Sacerdote don Giuseppe Gervasini 1867 / 1941 la fiumana dei tuoi beneficiari ti ricorda e ti ricorderà sempre.”
< notizie raccolte da testi scritti dalla dott.ssa Elena Semenza e dal Gruppo devoti del Pret de Ratanà >.

--
Postato da da.. ESSEMME su I Libri di a.c.r. il milanese "isolinolombardoligure@jumpy.it" il 7/24/2008 01:53:00 PM
www.acraccademia.it